Blog

07 dic

5 cose da sapere sulle stufe a pellet

In Blog by Arrichiello / 7 dicembre 2017 / 0 Comments

Prima di installare una stufa a pellet, è opportuno prendere in considerazione vari aspetti rilevanti non solo riguardo al tipo di riscaldamento scelto, ma anche circostanze riguardo la propria abitazione per poi individuare insieme ad un esperto la soluzione più adatta alle proprie esigenze. Soprattutto per garantirsi una stufa a pellet con riscaldamento ottimale, senza dispersione nell’ambiente e senza sbalzi di temperatura tra una stanza e l’altra. Allora, cosa bisogna sapere sulle stufe a pellet?

5 cose da sapere assolutamente sulle stufe a pellet

  1. Casa a due piani. Come si riscalda l’ambiente? Se l’abitazione è strutturata su due piani o è di grandi dimensioni, la stufa a pellet canalizzata è l’ideale. Con massima efficienza e massimo risparmio, è in grado di riscaldare più stanze, anche situate su diversi piani della casa.
  2. Casa piccola. Conviene acquistare la stufa a pellet? Arrichiello consiglia di acquistare una stufa a pellet a parete con scarico forzato.
  3. Casa in condominio. Si può installare o è un problema? L’unica soluzione è l’acquisto di una stufa a pellet priva di canna fumaria. Inoltre, è obbligatorio chiedere il consenso agli altri condòmini, perché questo tipo di installazione prevede la sistemazione sul tetto dell’edificio.
  4. Se in casa sono presenti una stufa e un camino, si possono collegare alla stessa canna fumaria? Arrichiello consiglia di offrire ad ogni focolare una propria canna fumaria e suggerisce di dotare a ogni sistema di riscaldamento una sua presa d’aria.
  5. La stufa a pellet necessita di un tubo di scarico? Sì, inevitabilmente. Il tubo di scarico deve essere esterno e almeno di 50 cm.

stufa_pellet_senza_canna_fumaria

07 nov

Camini e stufe, come si puliscono?

In Blog by Arrichiello / 7 novembre 2017 / 0 Comments

Il design, la tecnologia e l’ecosostenibilità dei camini e delle stufe proposte da Arrichiello rendono unico e confortevole qualsiasi appartamento di stile classico o moderno. Per conservare nel tempo il fascino e la bellezza di questi prodotti, è fondamentale la manutenzione. Vediamo nello specifico.

Quando si parla di manutenzione ci si riferisce alla cura e all’attenzione che bisogna riservare all’apparato. Una pulizia sistematica e regolare assicura una durata efficace del prodotto e aiuta a mantenerlo sempre in buono stato e lontano da possibili danni. Anche il materiale scelto da utilizzare per la combustione può mettere a dura prova la riuscita di una stufa. Infatti è importante la scelta di una legna stagionata adeguata. La legna migliore è sicuramente quella che brucia velocemente. Ve ne accorgerete quando noterete che sia il vetro che la zona della canna fumaria saranno prive di incrostazioni e residui. Provare per credere!

Come avviene la pulizia dei camini e delle stufe?

La manutenzione è molto semplice. Non prevede nient’altro che una pulizia dal basso verso l’alto e dall’alto verso il basso. La pulizia dal basso verso l’alto si realizza con una spazzola dotata di aste assemblabili che permettono la raggiunta di una maggiore profondità e di ogni angolo del prodotto. Invece la pulizia dall’alto verso il basso può risultare più complessa ma allo stesso tempo più completa perché avviene dal tetto. Quest’ultima tipologia di manutenzione può tranquillamente avvenire ogni 2 anni circa.

Manutenzione caminetto a legna

La corretta manutenzione di un caminetto a legna si effettua a partire dal focolare per poi procedere alla rimozione di cenere e ciocchi ormai spenti.

Arrichiello suggerisce 2 consigli prima di procedere.

  1. La carbonella deve restare all’interno del camino per evitare che continui a fumare e che rilasci nell’ambiente un’altissima percentuale di monossido di carbonio velenoso.
  2. Appena estratte dal focolare, le braci devono essere inserite in un contenitore metallico e lasciate lì per almeno 24 ore. Si evita così un incendio.

Utili per quest’ultima operazione sono carta abrasivaspazzolaattizzatoio, paletta, pinzepanni o spugne.

Manutenzione stufa a pellet

Per procedere con la manutenzione della stufa a pellet bisogna svuotare un contenitore per la raccolta di residui di fuliggine e cenere che si trova nella zona inferiore della stufa. Per pulire il vetro si raccomanda l’utilizzo dell’acqua, oppure i classici limone, aceto e bicarbonato.

caldaia-camino

10 ott

Ristrutturare casa velocemente con i rivestimenti di pavimenti 

In Blog by Arrichiello / 10 ottobre 2017 / 0 Comments

La ristrutturazione di casa porta con sé grandi aspettative di cambiamento e preoccupazioni per gli interventi più complessi. Tra i tanti, uno dei più complicati è di sicuro il rifacimento dei rivestimenti, indispensabile se è necessario rinnovare eventuali impianti sottostanti, ma che altrimenti può essere evitato applicando un nuovo rivestimento sull’esistente.

L’innovazione delle case di produzione è venuta incontro alle esigenze del settore edile, limitando al massimo le lunghe pose in opera e facendoci risparmiare notevolmente sui costi di lavorazione. Scegliendo i pavimenti da sovrapporre, insomma, dare un nuovo aspetto alla tua casa può essere molto più facile.

Continua a leggere →

20 set

La boiserie ti aiuta a reinventare la tua casa

In Blog by Arrichiello / 20 settembre 2017 / 0 Comments

La boiserie come decorazione di tendenza

Elemento di arredo d’altri tempi, oggi come ieri la boiserie è l’emblema della classicità all’interno delle nostre case. Adatto sia per il living sia per la camera da letto, si tratta di un rivestimento per pareti realizzato con pannelli di pregio che sono in grado di connotare un ambiente.
Sbaglia chi la intende solo come un decoro o un semplice rivestimento, perché l’interpretazione in chiave moderna della boiserie la vede come un elemento architettonico innovativo e flessibile, capace di integrarsi perfettamente in progetti che riguardano anche porte, librerie e armadi.

I vantaggi dello scegliere una boiserie sono molteplici e non sono solo legati all’aspetto puramente estetico. Se è vero che l’effetto del decoro è molto elegante, va detto anche che si può scegliere la boiserie anche per migliorare l’isolamento acustico e termico delle stanze dove viene installata, così come per ampliare le percezioni dimensionali di una zona della casa, conferendo profondità all’ambiente. Esistono diversi modelli e, con essi, cambiano le misure, le finiture e i colori, ma la boiserie rimane il rivestimento ideale per personalizzare una parete della casa.

Continua a leggere →