Blog

27 nov

La praticità di una doccia a filo pavimento

In Blog by Arrichiello / 27 novembre 2018 / 0 Comments

Per un bagno di piccole o grandi dimensioni, la doccia a filo pavimento è un’alternativa moderna e pratica al piatto doccia tradizionale.

Ci sono diverse ragioni  per preferire una doccia a filo pavimento, scopriamo quali sono:

box-doccia-design-slim-minimal-disenia-1-1200x776_049202f40

Maggiore sicurezza

Utile per i più anziani o per chi ha difficoltà nel muoversi, la doccia a filo pavimento non costituisce un ostacolo fisico all’interno del bagno. La lastra, infatti, essendo collocata a pavimento, si integrerà completamente diventando tutt’uno con quest’ultimo.

Semplice ed economica

Numerose aziende offrono delle soluzioni semplici e dai costi contenuti, come lo scarico a pavimento Geberit. Compatto, con superficie di copertura di soli 80 x 80 mm. Incassato a pavimento questa griglia nasconde un sifone di grande qualità. La doccia a filo pavimento è adattabile anche nelle collocazioni ad angolo e talvolta accompagnata dallo scarico doccia a parete.

Adatto ad ogni tipo di bagno

Il piatto doccia a filo pavimento è la soluzione ideale a prescindere dalla grandezza del bagno in cui verrà inserito.  In un bagno dalle piccole dimensioni, questa soluzione eliminerà gli inutili ingombri del piatto doccia tradizionale, consentendo di riutilizzare lo spazio quando non è in uso, ad esempio per stendere i panni. In un bagno grande, invece, il piatto doccia a filo aiuta a rendere l’ambiente più aperto e fluido.

La scelta più adatta per un bagno moderno

Se la vostra idea di bagno corrisponde ad un ambiente moderno e pulito, allora la scelta di un piatto doccia a filo pavimento soddisferà tutte le vostre aspettative. Questo tipo di piatto doccia inoltre è realizzato con materiali innovativi come la superficie antisdrucciolo o con un eventuale riscaldamento a pavimento sotto la superficie. Per gli amanti del relax, la superficie del piatto doccia può anche essere composta da motivi a rilievo che massaggeranno le vostre piante dei piedi in  un puro momento di riposo.

27 ott

Quali soluzioni scegliere per un bagno di piccole dimensioni?

In Blog by Arrichiello / 27 ottobre 2018 / 0 Comments

Quando si vive in un appartamento dalle piccole dimensioni ogni centimetro conta, costringendoci così a rinunciare ad alcuni elementi d’arrendamento. Le stesse regole però non possono essere applicate al bagno, dove ogni sanitario è indispensabile.

Come riuscire allora a far entrate tutto in poco spazio? Ecco alcune soluzioni.

Mobili aperti

Un buon compromesso per procurarsi un po’ di spazio in più è quello di rinunciare ai mobili sotto al lavandino. Una consolle, come questa di Devon & Devon, aiuterà a rendere l’ambiente visivamente più grande e potrà essere utilizzata anche come pratico portasciugamani.kkk

Lavandino ad angolo

Se lo spazio a tua disposizione è davvero ridotto allora bisogna cercare soluzioni alternative senza rinunciare al comfort. Un lavandino angolare è la soluzione ideale per sfruttare letteralmente ogni angolo libero. La collezione You & Me di Hatria propone un lavabo ad angolo da soli 46 cm di ingombro.show_image

Termoarredo a specchio

Indeciso se collocare nel bagno uno specchio o un radiatore? Fortunatamente esistono soluzioni innovative che consentono di avere entrambi gli elementi. La Tavola Total Mirror di Antrax è un vero e proprio specchio riscaldante, che in soli 7 cm di profondità consente di riscaldare il tuo bagno.

termoarredo-a-specchio-di-design-Antrax-IT

Mini sanitari

Ad uno spazio piccolo a volte sono necessari dei sanitari piccoli, come nel caso della collezione FORTY3 proposta da Ceramiche Globo. Sia il vaso che il bidet hanno una profondità di soli 43 cm, rendendoli i sanitari più piccoli in commercio.

forty3

Vaso-bidet

Infine, una delle soluzioni che sta spopolando negli ultimi anni è quella del vaso-bidet. Utilizzato soprattutto in Giappone, da come si può intuire dal nome il vaso-bidet è l’unione dei due sanitari grazie al sapiente uso della tecnologia più moderna. Tra i migliori sul mercato c’è il Mera di Gaberit Aquaclean.

18 set

Qual è il parquet più adatto alle tue esigenze?

In Blog by Arrichiello / 18 settembre 2018 / 0 Comments

Il parquet è da sempre simbolo di eleganza e raffinatezza, un materiale che si presta ai più svariati stili di arredamento grazie anche all’enorme varietà in commercio. Il legno inoltre è un ottimo isolante termico ed acustico, nonché estremamente duttile e resistente.

Chiaro, multistrato, bruno, striato… c’è davvero l’imbarazzo della scelta.

Ecco quindi una lista delle principali tipologie di parquet più adatte alle vostre esigenze:

Parquet in Wengé

Caratterizzato per la sua durezza e compattezza, il Wengé si riconosce per il suo colore scuro che lo rende adatto a numerose tipologie di ambienti. Questo tipo di legno sopporta molto bene l’umidità ed è inattaccabile da parte di parassiti ed insetti.

Parquet in Rovere

parquet-in-rovere-pavimento-rovere-listoni

Con il legno in Rovere è possibile creare parquet di altissima qualità e resistenza, basti pensare che è da sempre utilizzato per la costruzione di navi e botti.

Essendo di un colore molto chiaro con il passare del tempo può perdere il suo tono naturale diventando giallo, d’altro canto però si presta bene a diversi tipi di colorazione e lavorazioni.

Parquet in Teak

Come il Wengé anche il Teak si riconosce per la tua enorme resistenza al tempo e durezza. Non a caso è tra le tipologie di legno più diffuse nei bagni e nelle cucine poiché non si rovina se a contatto con grandi quantità di acqua.

Esistono varie tipologie di colore, dal giallo chiaro al rosso, ma anche bruno, nero e persino verdastro.

Parquet in Noce

Prefinito-Noce-parquet-soggiorno

Tra i tipi di legno più diffusi sul mercato vi è il Noce. Una scelta frequente dovuta sia all’alta qualità del materiale che alla sua facilità di lavorazione.

Inoltre le numerose venature e sfumature del legno in noce creano una tessitura unica e particolare che conferiscono un aspetto di gran classe.

Parquet in Acero

Infine, il legno di Acero presenta un colore tendenzialmente chiaro, arrivando addirittura al colore bianco. La sua caratteristica principale è il riuscire a mantenere il suo colore naturale anche quanto è esposto ai raggi solari. Inoltre l’acero è facile da pulire e contrasta la proliferazione di muffe e batteri.

01 ago

L’adattabilità del gres porcellanato in ogni ambiente della casa

In Blog by Arrichiello / 1 agosto 2018 / 0 Comments

Idrorepellente, igienico e dotato di un’estetica elegante, il gres porcellanato è così resistente da essere utilizzato per i rivestimenti di tutti gli ambienti della casa.

La sua disponibilità di formati, colori e finiture, inoltre, è così ampia da potersi adattare alla perfezione alle diverse esigenze abitative.

Ecco perché dovreste sceglierlo per ogni stanza:

Bagni

Dalle pareti ai pavimenti il gres porcellanato può essere posato ovunque nel bagno. Essendo la superfice di questo materiale non porosa, il suo assorbimento dell’acqua è molto basso, rendendolo impermeabile e semplice da pulire.

Inoltre, se si opta per un gres dalle finiture opache e con rilievi otterrete delle superfici antiscivolo, ideali per il tipo di ambiente.armony-floor-pavimento-gres-porcellanato-meteor-001

Cucina

La cucina è indubbiamente la stanza della casa dove la scelta dei materiali ha un’importanza fondamentale. La sua resistenza al fuoco e allo sporco lo rendono perfetto sia per i pavimenti che come paraschizzi.

Come se non bastasse, il gres ha una grande resistenza all’usura e agli urti, inoltre può essere applicato direttamente sul rivestimento esistente, rinnovando l’ambiente in poco tempo.

Zona giorno e camere da letto

Un’altra particolarità del gres porcellanato è la sua duttilità. Potendo contare su diverse tipologie di effetti, come il legno, il marmo ed il cemento, o su tantissime colorazioni neutri o vivaci, riesce ad adattarsi perfettamente allo stile della vostra casa.

Inoltre, il gres è disponibile in una grande varietà di spessori e formati.

casa-atlas-concorde-con-gres-effetto-cemento

Aree esterne

Per chi ha un terrazzo o balconi, o magari un giardino con piscina, può affidarsi ad una pavimentazione in gres. Non solo perché è inattaccabile dai raggi UV, ma perch§é resiste alle basse temperature senza lasciare alcun segno di deterioramento. In più può essere posato direttamente su prato o ghiaia.

 

Insomma, la scelta del gres porcellanato è ciò che ci vuole per vivere la vostra in totale relax.